Economia

Camera approva il Rendiconto Generale del Bilancio dello Stato

Camera approva il Rendiconto Generale del Bilancio dello Stato

Camera approva il Rendiconto Generale del Bilancio dello Stato

La Camera approva (con 342 sì, 54 no e 3 astenuti) il Rendiconto Generale del Bilancio dello Stato. “L’obiettivo del 2013 è l’ancora della nostra politica di bilancio”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Mario Monti, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri che ha esaminato la nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza

I risultati della gestione del bilancio dello Stato nell’esercizio finanziario chiuso al 31 dicembre sono esposti nel Rendiconto Generale dello Stato. Tale documento consente di verificare le modalità e la misura in cui ciascuna Amministrazione ha dato attuazione alle previsioni del bilancio.
Si tratta di un conto consuntivo disciplinato dalla legge di contabilità e finanza pubblica del 31 dicembre 2009, n.196, che prevede sia formato da due distinte parti: il conto del bilancio ed il conto generale del patrimonio.

Il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha l’obbligo di legge di presentare alle Camere il Rendiconto Generale dello Stato entro il 30 giugno di ogni anno, par far sì che il Parlamento possa esaminarlo e approvarlo in forma di legge nelle settimane successive, ai sensi dell’articolo 81 della Costituzione. Prima di essere presentato al Parlamento, la regolarità del documento deve essere valutata dalla Corte dei Conti, cui il Rendiconto deve essere trasmesso dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, per cura del Ragioniere Generale dello Stato, entro la fine del mese di maggio per il giudizio di parificazione, che si basa sul raffronto delle risultanze del Rendiconto con le scritture tenute dalla Corte in sede di controllo sugli atti di gestione.

A partire dall’esercizio finanziario 2013, in ossequio a quanto previsto dal Codice dell’Amministrazione Digitale (decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 e successive modificazioni), il Rendiconto generale dello Stato viene prodotto esclusivamente in formato digitale, mediante l’utilizzo di un apposito applicativo informatico (RenDe) sviluppato dalla Ragioneria Generale dello Stato, di intesa con la Corte dei Conti. Il primo Rendiconto dematerializzato, relativo all’esercizio finanziario 2012, ha affiancato in via sperimentale il tradizionale formato cartaceo.

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.