Tv

“Pazzi per la spesa” mi fa impazzire

E’ da un pò di tempo che sto guardando un programma in tv. Si chiama “Pazzi per la spesa” e va in onda su Real Time (sia sul digitale terrestre, che su Sky). Lo ammetto, fino a due mesi fa nemmeno sapevo di cosa si trattasse, ma poi la pubblicità del programma mi ha incuriosito e mi sono immaginato di cosa si potesse trattare. Alla fine avevo ipotizzato che si trattasse di un quiz ambientato in un supermercato in cui i concorrenti di ogni puntata dovevano indovinare cose inerenti ai prodotti e chi vinceva aveva la spesa (formata da quei prodotti) gratis. Niente di tutto questo.

Lo shock è sopraggiunto proprio quando di che cosa realmente trattava quel programma. Donne e image from blog.libero.it uomini (sopratutto donne) che fanno spese di centinaia di dollari (a volte anche oltre i mille) pagando sempre meno di dieci euro con percentuali di sconto che male che vada superano sempre il 90%. Ma non è questo il punto. Di settimana in settimana ho lasciato passare in secondo piano le storie singole e ho notato che quasi la totalità delle persone che aquistano con i buoni sconto ha iniziato perchè in difficolta economica e allora mi è venuto da pensare che è un buon metodo per non far mancare nulla ai propri cari spendendo cifre irrisorie in modo che anche disoccupati o lavoratori precari riescano a vivere normalmente. Ma mentre questa massima l’ho letta tra le righe, c’è ben altro che trasborda.

Donne e uomini che fanno la spesa con i buoni sconto in quel programma non comprano quello che a loro serve, ma tutto quello che è scontato a prescindere dall’utilizzo che ne faranno e si vantano di avere più di una stanza della loro casa occupata da scorte di spesa. Case riempite con centinaia di dentifrici, pacchi di pasta e pannolini (spesso anche senza avere figli). Lo trovo veramente assurdo e stupido. Insomma a mio parere, se una cosa che ti serve costa a tre euro e riesci a pagarla uno vuoldire che ha risparmiato due euro; ma se una cosa che non ti serve costa tre euro e la compri a uno allora hai semplicemente speso un euro di troppo, riempito a dismisura casa tua di cose inutili (e qualche volta nascono anche problemi familiari) …

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.