Lgbt

Colombia: la Corte Costituzionale equipara i requisiti per la pensione tra coppie etero e gay


Colombia: la Corte Costituzionale equipara i requisiti per la pensione tra coppie etero e gay

Colombia: la Corte Costituzionale equipara i requisiti per la pensione tra coppie etero e gay

La Corte Costituzionale della Colombia ha stabilito che le coppie omosessuali potranno aver accesso alla pensione senza dover registrare la loro relazione dinanzi a un notaio. L’alto tribunale colombiano, infatti, ha ritenuto che la norma in vigore fosse discriminatoria, dal momento che la stessa procedura non veniva richiesta alle coppie eterosessuali. Con questa decisione la Corte ha protetto i diritti di un uomo che si è visto negare la pensione di reversibilità del suo compagno, dal momento che questi era morto da più di due anni e in precedenza non si erano recati presso un notaio per “regolarizzare” la loro posizione.

In Colombia, nonostante il Congresso finora si sia rifiutato di approvare il riconoscimento dei diritti per le coppie dello stesso sesso, la Corte Costituzionale negli ultimi anni ha sentenziato a favore delle coppie omosessuali che si sono rivolte a essa con domande sulla costituzionalità di questo o quel provvedimento e sulla mancanza di tutela. È per questi interventi della Corte che le coppie di gay e lesbiche della Colombia si vedono riconosciuti diritti economici e di sicurezza sociale: possono rivendicare l’eredità e la reversibilità della pensione in caso di morte di uno dei membri della coppia e hanno diritto che uno dei due affili l’altro al sistema sanitario, oltre ad altri benefici di sicurezza sociale.

Ricordiamo che a novembre 2010 la Corte Costituzionale non si è pronunciata a favore del matrimonio civile tra persone dello stesso sesso non perché lo ritenesse incostituzionale ma perché la domanda presentata non aveva sufficienti supporti giuridici. La Corte non ha detto un no definitivo ai matrimoni gay e lo dimostra il fatto che pochi giorni fa è stata presentata una nuova domanda in merito, ben fondata giuridicamente. Questo dovrebbe portare la Corte Costituzione a pronunciarsi di nuovo sul tema.

Forse l’aspetto più interessante della situazione è il fatto che il magistrato che ha preparato la documentazione per eliminare la richiesta di documentazione extra per le coppie gay che vogliono accedere alla pensione è uno dei cinque giudici che a novembre aveva sostenuto che la domanda per il matrimonio egualitario fosse mal sostenuta giuridicamente (contro i quattro che si pronunciarono a favore). Questo fa sperare che un futuro pronunciamento sul matrimonio omosessuale potrebbe avere esito diverso dall’ultimo.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...