Taiwan: torna la pena di morte

Taiwan: torna la pena di morte
Taiwan: torna la pena di morte
Taiwan: torna la pena di morte

Quattro le pensone giustiziate a Taiwan venerdi’ scorso, come reso noto dal ministero della giustizia. I quattro erano detenuti a seguito di una condanna per crimini connessi all’omicidio. Si tratta delle prime esecuzioni dal 2005, quando le sentenze capitali divennero un tema politico delicato. Il nuovo ministro della giustizia ha deciso evidentemente di porre fine al dibattito con una azione esplicita. L’ex titolare del ministero, Wang Ching-feng, aveva concordato con Amnesty International nel sollecitare il presidente di Taiwan Ma Ying-jeou ad eliminare la pena di morte. L’abolizione della legge, che ha un’ampio consenso, potrebbe generare problemi alla riconferma dell’attuale partito al governo alle elezioni locali di novembre prossimo. Secondo il ministero, sono circa 40 i detenuti attualmente nel braccio della morte. Sono invece circa 500 le persone giustiziate fra il 1987 e il 2005.

Preoccupazione per la ripresa di esecuzioni a Taiwan dove fino al 2010 per 5 anni non ve ne erano state. Le prime esecuzioni da quasi un anno tutte e cinque nello stesso giorno.  Nel braccio della morte a Taipei ci sono al momento 47 prigionieri. L’isola, indipendente di fatto dalla Cina ma considerata una provincia ribelle da Pechino, applica la pena di morte per i casi di rapimenti e di omicidi efferati. Nel paese il dibattito tra sostenitori e oppositori della pena capitale era ripreso dopo l’esecuzione nel ’97 di un soldato di 21 anni condannato per errore. Preoccupazione anche per lo stop alla moratoria della pena di morte alle  Maldive. Lo scorso fine settimana il Paese nell’Oceano indiano ha introdotto nuove regole che prevedono l’applicazione della pena di morte attraverso iniezione letale. Ravina Shamdasani, portavoce Onu, ha chiesto invece alle Maldive di lavorare per abolire del tutto le esecuzioni capitali, si legge in un documento pubblicato sul sito web Onu. Nel Paese l’ultima esecuzione risale al 1953.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...