Centrodestra

Nasce Generazione Italia, la corrente di Fini

Nasce Generazione Italia, la corrente di Fini

Nasce Generazione Italia, la corrente di Fini

Il lancio della “Fini generation” lacera il Pdl in piena campagna elettorale. La fuga di notizie sul battesimo della “rete” del presidente della Camera e dei suoi 1200 delegati, che avverrà all’ indomani delle regionali, accende gli animi di tutto il gruppo dirigente berlusconiano e irrita non poco lo stesso premier Berlusconi. Tanto più che gli ex An negano qualsiasi progetto di strappo o scissione, ma parlano apertamente di corsa alla leadership del Pdl. La polemica divampa nel giorno in cui Gianfranco Fini ricorda alla Camera De Gasperi. Nel settembre scorso, il premier Berlusconi aveva definito lo statista una «padre della patria», aggiungendo però che «in politica interna non è paragonabile a quanto svolto dal mio governo». Ieri, la terza carica dello Stato, parlando al fianco di Giuliano Amato, ha ricordato piuttosto come il leader Dc non abbia «mai perso di vista l’ orizzonte dei valori» ricostruendo e consolidando la democrazia. Il presidente della Camera vola alto, evita la polemica,i suoi uomini preparano la nuova macchina da guerra. Italo Bocchino che di “Generazione Italia” sarà la guida, chiarisce al Corriere.it che l’ associazione «nasce per riportare la democrazia nel Pdl, la sua missione sarà quella di aggregare nel partito tutte le forze disponibili a sostenere la leadership di Fini». Nessun partito, dunque, nessuna corrente. «Berlusconi adesso è premier e lo resterà fino a fine legislatura – prevede un altro finiano doc come Fabio Granata – ma la leadership di domani la costruiremo dopo tutti insieme». Che la nuova creatura sia destinata a fare da contraltare ai “Promotori della libertà” lanciati da Berlusconi e dalla Brambilla è un convincimento assai diffuso, in Transatlantico. «Competition is competition – ironizza Carmelo Briguglio, anche lui tra gli sponsor di “Generazione Italia” – se è leale e alla luce del sole crea vitalità». Ma su quante pedine potrà contare la batteria finiana, che l’ 8 e 9 maggio si è già convocata a Perugia? Perché oltre ai mezzi (la fondazione Farefuturo, il quotidiano il Secolo, il sito web dell’ associazione) occorrono anche gli uomini, i parlamentari. «Partiamo da una cinquantina di deputati e 25 senatori» calcolano i finiani pronti alla conta. Pochi o tanti che siano, di questa prova di forza (o di «vitalità») i berluscones ne avrebbero fatto volentieri a meno. Per comprendere come abbia reagito il presidente del Consiglio alla novità, è sufficiente attenersi ai commenti dei più allineati. A cominciare dal capogruppo Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto, che invita ad «evitate le correnti» e annuncia dopo le regionali, «in primo luogo nell’ ufficio di presidenza, una riflessione seria sull’ attacco a Berlusconi e sul partito in quanto tale». La richiesta di un dibattito dopo il voto viene avanzata anche da Margherita Boniver (no al «correntismo subdolo»). Anche l’ ex An Maurizio Gasparri, capogruppo al Senato, è polemico: «Chi si dedicasse a iniziative di tipo personale in campagna elettorale commette un grave errore». Il ministro finiano Andrea Ronchi prova a smorzare le tensioni e a rassicurare: «La casa è una sola. Escludo, smentisco che Fini voglia fare un altro partito. Non abbiamo bisogno di predellini ma di ragionamenti». Fatto sta che l’ annuncio di una verifica post-voto sa già di resa dei conti. «Intempestivo aprire questa discussione» dice Gaetano Quagliariello. «Non è altro che la conclusione di un percorso avviato da tempo dai finiani con differenziazioni continue, i nostri elettori sono stanchi», protesta Osvaldo Napoli. Giorgio Stracquadanio, direttore del quotidiano “Il Predellino”, schietto: «Dal ‘ 93 ad oggi, in tutte le occasioni in cui Fini ha sfidato la leadership di Berlusconi, ne è uscito con le ossa rotte». Il rischio però, tira le somme il ministro Gianfranco Rotondi, è che «il Pdl faccia la stessa fine della Dc, uccisa dalle correnti. Tanto la leadership non tramonta. Silvio si ricandida a Palazzo Chigi».

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.