Parlamento

Legge Finanziaria 2010 è legge

Legge Finanziaria 2010 è legge

Legge Finanziaria 2010 è legge

Il Senato approva in via definitiva (con 158 sì, 117 no e 4 astenuti) la Legge Finanziaria 2010. Viene inoltre approvata in via definitiva (con 157 sì, 120 no e 4 astenuti) la Legge di Bilancio.

Non è più una finanziaria light quella che è uscita dalla Camera ed è stata approvata definitivamente dal Senato il 22 dicembre. La principale modifica deriva dal maxiemendamento del relatore, Massimo Corsaro (Pdl), approvato in commissione Bilancio alla Camera, sul quale è stata poi posta la fiducia in aula. Il provvedimento è poi tornato al Senato per un via libera lampo.

Nell’emendamento monstre del relatore alla Camera, Massimo Corsaro, costituito da 250 commi, sono stati accorpati gli articoli 2 e 3 della manovra. Oltre alla Banca del Sud e alle novità sul credito d’imposta per ricerca e innovazione, c’è un taglio obbligatorio del 22% di consiglieri e assessori che governano in comuni e province: un colpo di scure che, secondo i calcoli, dovrebbe far saltare oltre 35mila poltrone. Nuova ripartizione del gettito atteso dallo scudo fiscale: 130 milioni per gli impegni dello Stato italiano derivanti dalla partecipazione a banche e fondi internazionali, 400 milioni per il 5 per mille, 103 milioni per assicurare la gratuità parziale dei libri di testo, 100 milioni l’anno (per 3 anni) per il fondo di solidarietà degli agricoltori, 400 milioni all’Università, 130 milioni per il sostegno alle scuole non statali, 400 milioni all’autotrasporto, 370 milioni per la stabilizzazione degli Lsu di Napoli, Palermo e occupati presso gli istituti scolastici. Poi ci sono 181 milioni nel 2010 (113 nel 2011 e 60 nel 2012) per una serie di microinterventi. Si va dai contributi alle associazioni dei combattenti, ai soldi per il Belice colpito dal sisma del gennaio 1968, ai contributi a favore degli esuli di Fiume, Istria e Dalmazia. Ci sono contributi in favore dell’Unione italiana ciechi, per il Museo statale tattile Omero, per la biblioteca italiana per i ciechi a Monza, per le vittime del terrorismo. Interventi anche per l’Istituto mediterraneo di ematologie, per il Policlinico San Matteo di Pavia, per le popolazioni dell’Abruzzo, per la giustizia. Intanto sul fronte dell’editoria il ministro Giulio Tremonti ha assicurato che i contributi statali destinati a testate come L’Unità, il Secolo d’Italia e la Padania, messi in discussione dalla Finanziaria, non verranno toccati. Il risultato è frutto della mediazione del presidente della Camera Gianfranco Fini. Ecco una sintesi delle modifiche contenute nel maxiemendamento del relatore Massimo Corsaro (Pdl) approvato dalla commissione Bilancio di Montecitorio.

Acconto Irpef 2009. Entra in Finanziaria il testo dell’articolo 1 del decreto legge 168/2009, che riduce di 20 punti percentuale l’acconto Irpef 2009. Previsto il riconoscimento, ai contribuenti che non hanno applicato la riduzione dell’acconto, di un credito d’imposta da utilizzare in compensazione di importo pari all’eccedenza versata e l’obbligo, a carico dei sostituti d’imposta, di trattenere dagli emolumenti del mese di novembre, un acconto Irpef ridotto, rideterminato ai sensi del Dl 168/2009. Obbligo, a carico dei sostituti d’imposta che hanno trattenuto al lavoratore e versato all’erario un acconto determinato in base alla normativa previgente (senza tenere conto della riduzione), di restituire ai lavoratori, negli emolumenti corrisposti a dicembre, l’eccedenza trattenuta. La quota eccedente versata all’Erario potrà essere recuperata dai sostituti d’imposta dai primi pagamenti utili.

Acquisto di beni e servizi nella Pubblica amministrazione. Norme relative all’acquisto di beni e servizi da parte delle pubbliche amministrazioni tramite Consip Spa. Disposizioni relative agli Accordi quadro stipulati da Consip Spa in qualità di centrale di committenza ai sensi del Codice sugli appalti (articolo 59 del Dlgs 163/2006), prevedendo che le amministrazioni pubbliche (articolo 1, comma 2 del Dlgs 165/2001) e le amministrazioni aggiudicatici di appalti di lavori servizi e forniture (articolo 3, comma 25 del Codice degli appalti, approvato con Dlgs 163/2006), possono fare ricorso – per l’acquisto di beni e servizi – agli accordi quadro stipulati da Consip Spa, o adottano, per gli acquisti di beni e servizi comparabili, i parametri prezzo-qualità rapportati a quelli fissati dagli accordi quadro. Resta ferma la disciplina relativa all’acquisto di beni e servizi effettuata tramite convenzioni quadro Consip. Le convenzioni possono essere stipulate anche in sede di aggiudicazione di appalti basati sugli accordi quadro conclusi dalla Consip (le convenzioni avrebbero una funzione di perfezionamento e completamento dell’accordo quadro). Previsto, nel quadro del sistema a rete costituito dalle centrali regionali di acquisto e da Consip Spa, che in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano possano essere indicati criteri utili per l’individuazione della categorie merceologiche di beni e servizi oggetto degli Accordi quadro stipulati da Consip.

Adeguamento antisismico delle scuole. Norme procedurali per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e adeguamento antisismico delle scuole. Entro 30 giorni dall’entrata in vigore della Finanziaria, previa approvazione di apposito atto di indirizzo delle competenti commissioni parlamentari anche per i profili di carattere finanziario, devono essere individuati gli interventi immediatamente realizzabili fino a un importo complessivo di 300 milioni euro, con la relativa ripartizione tra gli enti territoriali interessati.

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.