Economia

Rendiconto generale del Bilancio dello Stato 2009

Rendiconto generale del Bilancio dello Stato 2009

Rendiconto generale del Bilancio dello Stato 2009

Il Senato approva (con 155 sì,12 no e 103 astenuti) il Rendiconto generale del Bilancio dello Stato. Viene inoltre approvata (con 154 sì, 111 no e 2 astenuti) la Legge di assestamento del Bilancio. La Camera approva in via definitiva (con 247 sì, 200 no e 3 astenuti) il Rendiconto generale del Bilancio dello Stato. Viene inoltre approvata in via definitiva (con 240 sì, 190 no e 4 astenuti) la Legge di assestamento del Bilancio.

Queste le principali misure del decreto anticrisi su cui il governo ha ottenuto oggi la fiducia.

– Scudo fiscale. Arriva la sanatoria per il rimpatrio o la regolarizzazione di capitali e beni mobili o immobili detenuti all’estero. Rientrano anche case e yacht purchè in Ue. L’aliquota sarà dell’1 per cento l’anno, la metà del rendimento lordo presunto del 2 %, per i cinque anni precedenti il rimpatrio. In totale dunque si pagherà il 5% con l’obbligo di sanare tutto il quinquennio se non si dimostrerà di avere avuto soldi e beni per un periodo inferiore. Dello scudo si potrà beneficiare dal 15 settembre al 15 aprile 2010 e sanerà solo il reato di omessa o incompleta dichiarazione dei redditi. In caso di capitali in paesi extra Ue sarà obbligatorio il rimpatrio.

– Tremonti-ter. Escluso dall’imposizione sul reddito d’impresa io 50 per cento degli investimenti in macchinari e apparecchiature compresi nella divisione 28 della tabella ATeco. La detassazione degli investimenti potrà essere applicata già alle operazioni del 2009 ma solo con il saldo che si pagherà nel 2010. Le agevolazioni varranno solo per l’acquisto di macchinari nuovi dal primo luglio 2009 al 30 giugno 2010.

– Sgravi sull’aumento di capitale. Previsto uno sgravio del 3% sull’aumento del capitale sociale delle imprese, fatto da persone fisiche, fino a 500mila euro. La misura vale cinque anni.

– Colf e badanti. 
In arrivo la possibilità di regolarizzare colf e badanti. Il governo si attende almeno 300mila domande, 130mila da lavoratori comunitari e 170mila da extracomunitari, e un gettito di 1,3 miliardi di euro in contributi per il quadriennio 2009-2012. Per ciascun lavoratore si pagheranno 500 euro non deducibili. Per le sole colf, il datore di lavoro dovrà dimostrare di avere un reddito imponibile non inferiore a 20mila euro se single o 25mila euro in caso di nucleo familiare. Le badanti potranno essere regolarizzate anche da un famigliare non convivente. Nelle more del procedimento i clandestini che hanno chiesto la regolarizzazione non possono essere espulsi, ma sono previste pene severe per chi presenta false dichiarazioni: da 1 a sei anni di carcere.

– Pensioni donne. Partirà dal prossimo anno l’innalzamento progressivo dell’età pensionabile delle dipendenti pubbliche. Il testo prevede che a decorrere dal primo gennaio del 2010 scatti il requisito dei 61 per arrivare ai 65 anni nel 2018.

– Export banca. Sarà creato un nuovo sistema integrato di finanziamento e assicurazione per promuovere l’internazionalizzazione delle imprese attraverso risorse della Cassa depositi e prestiti.

– Pagamenti p.a.
 Entro il 31 dicembre le pubbliche amministrazioni dovranno adottare le misure opportune per garantire un pagamento tempestivo dei fornitori e delle imprese.

– Moratoria crediti per Pmi.
 Grazie a una convenzione da stipulare con l’Associazione Bancaria Italiana (Abi) entro 4 mesi dall’entrate in vigore della legge, sarà fissata una moratoria per le piccole e medie imprese che hanno debiti con le banche.

– Iva. Sale da 10mila a 15mila euro l’ammontare del credito Iva oltre il quale oltre il quale è necessario, per utilizzarlo ai fini di compensazione, il visto di conformità della dichiarazione.

– Microcredito. Il Comitato nazionale per il microcredito riceverà nel 2010 una dotazione di 1,8 milioni di euro.

– Tassa oro. Prevista un’aliquota del 6% sulle riserve auree ma fino a un introito massimo di 300 milioni di euro. Prevista l’intesa di Bankitalia e il parere non ostativo della Bce.

– Rottamazione statali. Approvata una norma che consente nel triennio alle pubbliche amministrazioni di mandare a forza in pensione i dipendenti con oltre 40 anni di contributi, compresi quelli figurativi. Salvati dalla ‘super rottamazione’ i primari, i professori universitari e i magistrati.

– Norme antiassenteismo. Gli statali potranno ricevere visite fiscali anche per un solo giorno di malattia e per assenza sopra i 10 giorni o alla seconda dell’anno dovranno presentare certificati di strutture pubbliche.

– Finestre pensioni. 
Saranno rimodulate le ‘finestre’ per la pensione. A partire dal primo gennaio 2015 i requisiti di età anagrafica per l’accesso al sistema pensionistico italiano saranno adeguati all’incremento della speranza di vita accertato dall’Istat e validato da Eurostat con riferimento al quinquennio precedente.

– Banche.
 La data di valuta dei bonifici e degli assegni circolari non potrà superare 1 giorno, mentre quella di disponibilità i 4 giorni . Per gli assegni bancari, la valuta sarà a 3 giorni e la disponibilità a 5. Novità in vigore dal primo novembre. Per il massimo scoperto, fissato per la messa a disposizione delle somme il tetto dello 0,5% dell’importo.

– Mutui. In caso di ritardo nel perfezionamento della surroga richiesta, il cliente ha diritto a un risarcimento.

– Lotta all’evasione.
 Gli ispettori fiscali e la Guardia di Finanza, con l’autorizzazione dell’Agenzia delle Entrate o dei comandanti regionali delle Gdf, possono richiedere “ad autorità ed enti” – compresi Banca d’Italia, Consob e Isvap – notizie, dati, documenti e informazioni ‘di natura creditizia, finanziaria e assicurativa, ai fini di controllo.

– Paradisi fiscali. Chi ha investimenti e attivita’ detenuti nei cosiddetti ‘paradisi fiscali’ e non le dichiara è considerato automaticamente evasore fiscale. L’Agenzia delle entrate creerà un’unità speciale proprio per scovare chi ha capitali all’estero.

– Appalti.
 Il termine delle gare d’appalto è ridotto, a non meno di 45 giorni, anche per i progetti definitivi.

– Bollette meno care.
 In arrivo misure per ridurre il costo dell’energia a imprese e famiglie. Previste anche norme di semplificazione per gli interventi di produzione, trasmissione e distribuzione di energia.

– Centrali. Soppresso il ruolo del ministero dell’Ambiente e degli enti locali nelle autorizzazioni per la realizzazione di centrali di produzione e per le reti di distribuzione di energia.

– Commercio. 
Stretta in arrivo per il commercio ambulante: i Comuni potranno rilasciare le licenze solo a chi dimostrerà di essere in regola con il versamento dei contributi.

– Patto di stabilità interno. In arrivo un nuovo allentamento nel Patto di stabilità interno per comuni e province virtuosi. Le province e i comuni con più di 5mila abitanti possano escludere dal saldo 2009 i pagamenti in conto capitale effettuati entro il 31 dicembre per un totale al massimo del 4% dei residui passivi risultanti dal rendiconto dell’esercizio 2007. In totale si tratta di 2 miliardi di euro. La misura riguarda gli enti locali che abbiano rispettato il patto nel 2008 o nel triennio 2006-2008.

– Viareggio.
 Il comune di Viareggio potrà escludere dal Patto di stabilità interno il computo dei trasferimenti statali per finanziare la ricostruzione dopo il disastro ferroviario del 29 giugno.

– Fondo da 300 milioni per attività sociali. Sarà creato un fondo da 300 milioni l’anno per attività di carattere sociale di pertinenza regionale.

– Alitalia. I rimborsi per il piccoli azionisti salgono dall’attuale 30% circa al 70,97% . Rimborsi anche per gli azionisti.

– Multe. Le multe fino al 2004 potranno essere pagate senza interessi ma con un incremento del 4% per l’agente riscossione.

– Mini sanatorie per danno erariale. ‘Mini-sanatoria’ per quanti causino un danno erariale a un ente pubblico che non comporti, però, un effetto diretto sul bilancio dell’ente. Per danno erariale perseguibile dalla Corte dei Conti si intende l’effettivo depauperamento finanziario o patrimoniale causato all’ente e non il solo danno d’immagine. E qualunque atto istruttorio o processuale che sia in contrasto con questa norma, salvo che sia già stata pronunciata una sentenza anche non definitiva, è nullo.

– Ponte sullo Stretto.
 La società Stretto di Messina potrà contare su un contributo di 1,3 miliardi di euro in conto impianti, ma sarà il Cipe a determinare le quote annuali del contributo, compatibilmente con i vincoli di finanza pubblica. L’amministratore delegato della società, Pietro Ciucci, è nominato commissario straordinario per 60 giorni.

– Ammortizzatori sociali. 
Le aziende potranno attivare programmi di formazione per i lavoratori destinatari di ammortizzatori sociali, integrando la Cig fino ad arrivare all’importo della retribuzione. In arrivo 25 milioni di euro per il rifinanziamento della proroga a 24 mesi della Cig. Per i contratti di solidarietà difensivi si porterà l’integrazione salariale all’80% del trattamento perso a causa della riduzione di orario, per un massimo di 40 milioni di euro nel 2009 e 80 mln nel 2010. Previsti anche benefici per i lavoratori in Cig che avviano un’attività in proprio.

– Fondo occupazione. I 100 milioni di euro stanziati lo scorso anno dal governo per garantire l’una tantum ai lavoratori a progetto che perdono l’impiego saranno destinati al Fondo sociale per l’occupazione e la formazione.

– Sicurezza dei voli. Per la sicurezza degli impianti e la sicurezza operativa, all’Enav andranno 9,6 milioni di euro nel 2009. Altri 30 milioni nel biennio per gli aeroporti di Brindisi, Rimini, Ciampino, Treviso S. Angelo, Verona Villafranca e Comiso.

– Sanità. Prorogato al 15 ottobre il termine per la stipula dell’intesa tra Stato e Regioni cui è subordinato il finanziamento integrativo al Servizio sanitario nazionale.

– Fondo sanità. Dal 2010 fondo da 800 milioni di euro, con il risparmio sulla spesa farmaceutica, per interventi nel settore sanitario.

– Cure palliative. Almeno 50 milioni a programmi per le cure palliative.

– Buste di plastica. Il ‘pensionamento’ slitta a gennaio 2011.

– Trasporto pubblico locale. 
Almeno il 10% dei servizi di trasporto pubblico locale dovranno essere affidati con gara a imprese non controllate dagli enti locali.

– Ecopullman. In arrivo un contributo fino al 75% per l’acquisto di pullman di categoria euro 4 o euro 5.

– Porno-tax. Grazie ad accordi di collaborazione tra gli enti coinvolti nell’attuazione della disciplina sull’addizionale Irpef del 25% sul materiale pornografico, si prevede un maggiore gettito che sarà rassegnato al ministero per i Beni e le attività culturali.

– Eventi sportivi. Il fondo per gli eventi sportivi di rilevanza internazionale sarà incrementato di 10 milioni di euro per il 2010.

– Tirrenia.
 Stanziati 64,5 milioni di euro per i servizi marittimi svolti dal gruppo Tirrenia e all’ammodernamento della flotta.

– Pra. Gli uffici del Pubblico registro automobilistico saranno tenuti a segnalare alle autorità competenti se una persona fisica possiede dieci o più veicoli.

– Diplomatici. Diplomazia esentata dal blocco delle assunzioni.

– Vigili del fuoco. Previsti 4 milioni di euro per il 2009 e 15 milioni di euro a partire dal 2010 per assunzioni straordinarie legate all’emergenza Abruzzo. Altri 15 milioni saranno destinati all’indennità operativa e 8 milioni per nuovi mezzi.

– Agricoltura. I giovani agricoltori potranno prendere in affitto dal Demanio terreni liberi e usarli per la propria attività.

– Fondo difesa. 1 milione e mezzo di euro per il Fondo per la Difesa.

– Militari in città. Introdotta la possibilità di prorogare fino al 4 agosto 2010, l’operazione militari in città e con 1.250 soldati in più, per una spesa totale di 67,2 milioni di euro.

– Tracciabilità rifiuti. Sarà creato un sistema informatico per il controllo e la tracciabilità dei rifiuti.

– Terremotati Abruzzo. 
Dal primo gennaio del 2010 i terremotati dovranno ricominciare a pagare, in rate di 24 mesi, i tributi e i contributi non versato dal 6 aprile al 30 novembre.

– Terremotati Marche e Umbria. 
Nessuna maggiorazione, sanzione o interessi sui versamenti per le scadenze tra giugno e settembre, da pagare entro il 16 ottobre, per i terremotati delle Marche, dell’Umbria e di Campobasso e Foggia – ENTI PUBBLICI: Rinviata al 31 ottobre l’applicazione del taglia-enti.

– Sfratti. Sospese fino al 31 dicembre le procedure di sfratto.

– Ncc. Rinviata al 31 dicembre l’entrata in vigore delle nuove norme.

– Autorizzazioni paesaggistiche. Prorogato al 31 dicembre il regime transitorio di autorizzazione paesaggistica.

– Class action. Rinviata al primo gennaio 2010 l’entrata in vigore della nuova disciplina sulla class action.

– Bingo da 100 numeri. E’ in arrivo un nuovo Bingo: invece dei tradizionali 90 numeri, la ‘tombolona’ avrà 100 numeri.

– Gioco illegale. E’ in arrivo un piano straordinario di contrasto al gioco illegale.

Categorie:Economia, Parlamento

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.