Centrodestra

Pdl, tregua Fini-Berlusconi una road map per il partito unico

Pdl, tregua Fini-Berlusconi una road map per il partito unico

Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi

Si parlano e già è una notizia. Dopo polemiche aperte e sotterranee Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini passano due ore faccia a faccia al primo piano di Montecitorio (in compagnia di Gianni Letta, mediatore di professione) e davanti a una spigola siglano una tregua sul futuro del Popolo della libertà. Regole certe e democratiche chiedeva Fini, garanzie che non si risolva tutto in un’ annessione di Forza Italia. E qualche rassicurazione il leader di An l’ ha ottenuta, che un colonnello riassume così al termine dell’ incontro: «Siamo passati da un progetto di monarchia assoluta ad uno di monarchia costituzionale». Il Cavaliere ci teneva soprattutto che venisse confermata la data del 27 marzo per il congresso costituente, considerando nefasto un eventuale rinvio sul piano dell’ immagine (anche perché a metà febbraio ci sono le elezioni in Sardegna e poi vanno al voto una sessantina di province). Ma su questo punto il presidente della Camera ha preferito tenere la pistola carica sul tavolo. «Anche Fini auspica che la data del Congresso resti quella – riassume infatti uno degli uomini del leader di An – e i presupposti ci sono… a patto che i problemi che abbiamo posto trovino presto una definizione. Presto, perché il tempo stringe e servono regole certe per dar vita un partito di massa». Insomma, il clima del pranzo sarà stato pure «amichevole» e privo di acuti, ma non è servito a dissolvere la diffidenza di Fini, che aspetta ora «segnali concreti». Tanto che il reggente di via della Scrofa, Ignazio La Russa, precisa che il congresso di scioglimento di An si terrà «una settimana prima di quello del Pdl. E non essendo ancora stato fissato quello del Pdl, noi non abbiamo fissato il nostro». L’ idea dunque è quella di mettere subito al lavoro gli sherpa per stendere una «road map» verso il congresso fondativo e una bozza di statuto del nuovo partito (su cui hanno già lavorato Ignazio La Russa e Denis Verdini) che dovrebbe essere pronta «nel giro di tre, massimo quattro settimane». Durante il pranzo i due leader hanno convenuto su uno schema di massima: ci sarà un’ assemblea nazionale di circa 1000 persone, una direzione di un centinaio di membri, un esecutivo ristretto di una ventina, con tre coordinatori sotto il leader. Berlusconi poi al congresso sarebbe eletto (e non acclamato come avrebbe sperato) presidente, con un sistema di voto che potrà anche essere quello segreto o per alzata di mano. Nessuna novità invece per il futuro ruolo di Fini nel nuovo organigramma: «Prima parliamo del nuovo partito», ha glissato il presidente della Camera. Archiviato il capitolo Pdl, la riunione ha toccato anche gli argomenti al centro dell’ ultimo scambio polemico tra il capo del governo e il presidente della Camera. Partendo dai «corretti» rapporti tra governo e Parlamento, che nei giorni scorsi, in occasione della fiducia sul decreto anticrisi, avevano causato le frizioni maggiori. Fini ha insistito nella richiesta di non abusare della decretazione d’ urgenza e della fiducia, Berlusconi si è difeso dicendo che era stato Tremonti a convincerlo della necessità di porla. Si è parlato anche della crisi economica e della giustizia e Fini ha chiesto al Cavaliere, quando si toccherà la seconda parte della Costituzione, di puntare al «massimo coinvolgimento dell’ opposizione». Il premier tuttavia ha ribadito la sua posizione: nessuna obiezione sul fatto che si dialoghi in Parlamento o che esponenti dell’ opposizione incontrino i ministri, «ma sedersi allo stesso tavolo con una sinistra che mi dileggia di continuo è fuori discussione». Battute infine sul Milan e sull’ acquisto di Kakà da parte del Manchester City di proprietà dello sceicco Bin Zayed. Proprio lo stesso che Fini incontrerà domenica in visita ufficiale ad Abu Dhabi.

1 risposta »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...