Musica

Non ti scordar di Giusy Ferreri

 

Non ti scordar di Giusy Ferreri

Giusy Ferreri

Giusy Ferreri, ovvero lo strano caso della cassiera di Corbetta. Un tempo si faceva la gavetta tra serate, concerti e radio locali. Il 2008 è l’anno del reality show che porta alla ribalta interpreti che sbocciano in tv e guadagnano il favore del pubblico in poco tempo. E se in passato la televisione creava successi effimeri, oggi la buona qualità dei cantanti emersi da show come “American Idol” o “X-Factor” dimostra che il nuovo meccanismo funziona.
Giuseppa Gaetana Ferreri, ventinove anni, la primogenita italiana di questo processo, ha qualcosa di kitsch, noir, felicemente sincopato. Le influenze si sprecano, a partire dalla già ampiamente citata Amy Winehouse. Come si dice: se saran rose fioriranno. Nel frattempo sugli arrangiamenti vintage di Lucio Fabbri è possibile apprezzare la sua voce carica, profonda, e uno stile nel quale interruzioni e singhiozzi arrivano a sorpresa a rimarcare frasi ed emozioni.
Oltre a Non ti scordar mai di me, il disco contiene rivisitazioni di Remedios di Gabriella Ferri, Che cosa c’è di Gino Paoli, La bambola di Patty Pravo, Ma che freddo fa di Nada e Insieme a te non ci sto più di Caterina Caselli.
Grazie alla scelta di pubblicare subito un ep, e non un album completo (che è previsto per le prossime settimane), qui tira un’aria fresca che, piaccia o meno, fa di Giusy l’interprete giusta al momento giusto: al passo con mode, stili e gusti di questo strano 2008.

Categorie:Musica

Con tag:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.