Governo

Cdm vara il dl sicurezza

Il ddl sicurezza è legge. Introdotto il reato di stalking

Cdm vara il dl sicurezza

Il Consiglio dei ministri vara un decreto sulla sicurezza che sarà poi lasciato decadere per imperfezioni di forma presenti nel testo.

Permessi di soggiorno, per motivi umanitari, anche per quegli stranieri, soprattutto le donne, che denuncino di aver subito violenze in famiglia. Azzeramento della legge Cirielli che, sotto il governo Berlusconi, aveva ridotto della metà i tempi di prescrizione dei reati. Nuova stretta sul falso in bilancio che ritorna a quattro anni di pena dopo le maglie larghe stabilite dal Cavaliere. Con queste significative novità il pacchetto sicurezza torna oggi all’ esame del consiglio dei ministri. Ci hanno lavorato ancora gli staff legislativi dei ministri dell’ Interno Amato e della Giustizia Mastella, e un giro di tavolo è stato fatto anche con i responsabili tecnici degli altri ministeri (Solidarietà sociale, Pari opportunità) che sono interessati alle modifiche contenute nei disegni di legge. Ma, dopo lo scontro a palazzo Chigi di una settimana fa e il rinvio dell’ approvazione, a ieri sera non era ancora certo se sarà possibile raggiungere oggi l’ unità del voto oppure se ci saranno ancora delle astensioni. La sinistra radicale, quella dei Ferrero, dei Mussi, dei Pecoraro Scanio, e i radicali con la Bonino, nonostante abbiano ottenuto una ricalibratura del pacchetto soprattutto con l’ inserimento del falso in bilancio e della Cirielli, alla fine potrebbero anche ripiegare su un voto di astensione. Polemico anche il leader dell’ Idv Antonio Di Pietro che continua a chiedere di ricorrere alla procedura d’ urgenza del decreto legge almeno per alcune misure del pacchetto. In particolare per l’ istituzione della banca dati del Dna per chi commette reati gravi e per l’ archivio delle impronte digitali per chi gli immigrati. Battagliera anche la Pollastrini (Pari opportunità) che assicura: «Vigilerò attentamente, ma ho buoni motivi per ben sperare».

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.