Centrosinistra

Pd, Prodi vuole più candidati

Pd, Prodi vuole più candidati

Romano Prodi e Walter Veltroni

«Primarie aperte» per la leadership del Partito democratico. Le invoca Romano Prodi, con una lettera diffusa ieri dal suo sito Internet. «Sbaglia – avverte il presidente del Consiglio – chi pensa che tutto sia già scritto e preordinato: c’ è spazio per candidati, liste e progetti, ma guai a immaginare questa corsa come una corsa “contro”». All’ indomani della riunione del comitato dei 45, che ha fissato le regole in vista dell’ appuntamento del 14 ottobre, il premier sollecita tutti i potenziali candidati alla leadership a schierarsi in nome delle idee. Walter Veltroni è già in campo, ma il Professore preferisce una gara vera, con più concorrenti: «Il Pd ha bisogno di novità ed esperienza, gioventù e saggezza, grinta e metodo», e queste caratteristiche le deve avere non solo il leader, ma anche «i segretari regionali» che verranno eletti, pure loro, il 14 ottobre. «In questi tre mesi – continua Prodi – chiedo a tutti di lasciare da parte i bizantinismi e i contrappesi» che appartengono a «una egoistica logica di appartenenza». Non farlo, avverte, «sarebbe un errore micidiale». Il premier parla anche del governo, legandone le sorti alla riuscita del progetto del Pd: «Il nostro lavoro quotidiano è duro e faticoso, ma è confortante pensare che questa legislatura veda nascere una forza in grado di rendere meno insidioso il percorso di chi ha un programma onesto e condiviso da portare avanti nell’ interesse di tutti». Poi un riferimento al passato, ai suoi primi passi da leader politico: «Sono molto contento perché a dodici anni dalla nascita dell’ Ulivo sento intorno la stessa voglia di cambiamento e di partecipazione». Quindi l’ arrivederci al 27 ottobre, prima convocazione dell’ assemblea nazionale del Pd dopo le primarie: «Avrò l’ onore di presiederla, sarà una bellissima data; ci aspetta qualcosa di unico, ed è altrettanto unico essere protagonisti. Insieme». L’ importante è che adesso cento fiori sboccino.

E quasi a prendere alla lettera l’ appello del premier, ecco che nello stesso giorno comincia la corsa al posizionamento di leader e componenti del partito che verrà. C’ è il manifesto degli Innovatori riformisti guidati da Francesco Rutelli, ma a battere un colpo, soprattutto per il dopo primarie, ci sono anche gli ex popolari della Margherita guidati da Beppe Fioroni: «Noi cattolici del Pd – avverte il ministro – non giocheremo in difesa, ma in attacco; abbiamo le carte in regola per farlo, grazie alle nostre tradizioni che non sono cadute sotto le macerie di alcun muro». Niente correnti e niente liste «identitarie», però gli ex dc stanno preparando, anche loro, un manifesto: quello dei cattolici impegnati in politica, che verrà presentato a settembre a Jesolo. Già pronto, invece, il manifesto dei Democratici del Nord, che tornano a chiedere con forza piena autonomia territoriale per il nuovo partito, anche nella definizione delle alleanze politiche. Firmano sindaci: Sergio Cofferati di Bologna, Sergio Chiamparino di Torino, Massimo Cacciari di Venezia, Flavio Zanonato di Padova. Presidenti di Regione come la piemontese Mercedes Bresso e l’ emiliano Vasco Errani, e di Provincia (Filippo Penati, Milano). Ma anche dirigenti di primo piano di Ds e Margherita del Nord e opinion leader come Gad Lerner e Michele Salvati. Non per appoggiare la corsa di Veltroni, al quale molti di loro pure guardano (il sindaco di Roma sarà a MIlano il 24 luglio), ma per gridare che in questa parte del Paese l’ Unione così com’ è non può essere il futuro. «Il centrosinistra – scrivono – non appare in grado di elaborare risposte soddisfacenti alle domande che il Nord pone alla politica». E il Pd deve nascere proprio per colmare questo divario che le ultime amministrative hanno reso «drammatico perché l’ Unione non riesce più fare sintesi», come dice Luciano Pizzetti, già segretario lombardo dei Ds e ora responsabile nazionale del partito per il Nord. È un annuncio di divorzio: con la sinistra radicale.

3 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.