Musica

Laura Pausini sogna un duetto con Mina

Laura Pausini sogna un duetto con Mina

Laura Pausini

Tutti la vogliono, tutti la cercano. Ma lei vorrebbe soltanto incontrare Mina e sogna un duetto con la più grande di sempre, sua maestra e musa ispiratrice. Laura Pausini, dopo i grandi successi ottenuti negli Stati Uniti, dove ha vinto un Grammy lo scorso anno, dopo il concertone davanti a 70.000 persone allo stadio di San Siro e dopo le vagonate di dischi venduti in tutto il mondo, ha un unico desiderio: incidere una canzone con Mina Però ha un timore: «Mi piacerebbe telefonarle. Ma ho troppa paura che mi risponda di no. Chissà che questo grande desiderio non si realizzi, un giorno o l’altro». Il telefono di Laura suona in continuazione, piovono offerte da mezzo mondo. Domani sera sarà l’unica artista italiana invitata  dal  Presidente della Repubblica francese, Nicolas Sarkozy, al concerto che si terrà a Parigi, sotto la Torre Eiffel, perla Festa nazionale del 14 luglio. Assieme a Laura, la portoghese Nelly Furtado.i francesi Bob Sinclaire Michel Polnareff e i tedeschi Tokio Hotel. Poi, sabato prossimo, Laura sarà la star del Festival Gaber a Viareggio. Canterà: “Non insegnate ai bambini” , l’ultima canzone scritta dal cantautore milanese. Un altro appuntamento  al quale la Pausini tiene molto. In mezzo a tuttiquestiimpegni, la nuova signora della canzone italiana spera di realizzare un duetto speciale con Mina «L’ho scoperta tardi ma quando ho sentito le perle della sua produzione non l’ho più lasciata, resta un’icona anche per me. Ho fatto tanti duetti, anche ir. America Ma sogno di entrare in studio con Mina, la più grande». La Pausini è stata ieri notte la protagonista di Ischia Globalfest, dove ha ritirato Fischia Music Award 2007, in una serata che l’ha vista cantare e ballare con Andrea Boccili e Tony Renis. Laura era con il produttore David Foster, lo stesso di Michael Bublé e Celine Dion. Un periodo felice per la cantante anche sul piano affettivo: «Ho un compagno che mi fa felice da due anni, il musicista Paolo Carta, l’affetto della mia famiglia chevedo però troppopocoacausa dei miei impegni, il successo nel lavoro e la salute. Dalla vita, come è adesso, cosa volere di più?». La star di Solarolo è molto informata sul lavoro dei suoi colleghi: «Mi piacciono Justin Timberlake, Christina Aguilera, che ha una voce pazzesca, e Biagjo Antonacci. E poi Madonne., che è un esempio di ricerca della perfez one, e anche Julieta Venegas». La Pausini non dimentica, però, il suo “pigmalione” Pippo Baudo che presenterà il prossimo Festival di Sanremo: «Se mi chiamasse all’Ariston andrei di corsa, per lui ci sono sempre. Certo non in gara perché non avrebbe senso. D primo posto al Festival nel ’93 nella sezione giovani con “La solitudine” resta il premio più importante avuto nella mia vita, più del Grammy».

Categorie:Musica

Con tag:,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.