Centrodestra

Storace lascia An e fonda La Destra

Storace "spia" Marrazzo e Mussolini

Francesco Storace

Francesco Storace fa una dichiarazione secondo la quale, se Fini non avesse convocato il congresso nazionale di An, lui si sarebbe tenuto pronto a fondare un nuovo soggetto politico: la scadenza di questo ultimatum venne fissata per il giugno del 2007. Il 30 maggio 2007 Storace annuncia le proprie dimissioni dall’Assemblea nazionale di An. Il 3 luglio 2007, dato che il richiesto congresso nazionale non è stato convocato, Storace, con una lettera indirizzata a Daniele Marin, presidente del circolo di An della Balduina, lascia definitivamente Alleanza Nazionale. In quella serata venne ospitato dal programma televisivo Otto e mezzo, su La 7, per spiegare le motivazioni del suo gesto e presentare la sua nuova attività politica, riassunta nel nome e nel simbolo La Destra.

Il partito nasce per opporsi alle posizioni, a suo dire, troppo centriste di Gianfranco Fini. Aderiscono al movimento, tra gli altri, Teodoro Buontempo e Daniela Santanchè. Dopo aver fondato il nuovo soggetto politico si iscrive al Gruppo parlamentare Misto al Senato della Repubblica nella componente “La Destra” assieme ai senatori Stefano Losurdo e Stefano Morselli, provenienti entrambi dal Gruppo di Alleanza Nazionale.


Francesco Storace lascia Alleanza Nazionale. La notizia era già nell’aria, oggi l’ufficialità con la pubblicazione delle dimissioni sul suo sito web. “Le mie dimissioni da Alleanza nazionale – scrive in una nota Storace – le ho inviate ieri sera al presidente del circolo di Alleanza Nazionale della Balduina, Daniele Marin, e le ho comunicate pochi minuti fa al presidente del gruppo al Senato, Altero Matteoli”.

“Credo che questa non sia più la mia casa politica – si legge sul sito web dell’ex ministro della Salute – ed è facilmente immaginabile quale possa essere il mio stato d’animo nel prenderne atto. Ma vedo praticamente esaurita la funzione di Alleanza Nazionale nella rappresentanza dei valori della destra, con il suo leader molto impegnato nel tentare a tutti i costi, attraverso attraverso formule che si modificano quotidianamente e incomprensibilmente, nel liberarsi di quello che appare sempre più un fardello ingombrante per i suoi disegni politici”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.