Centrosinistra

Governo Prodi II: tredicesimo mese

Governo Prodi II: tredicesimo mese

Romano Prodi e Vincenzo Visco

Il viceministro Vincenzo Visco rimette le deleghe sulla Guardia di Finanza dopo le polemiche con il comandante della GdF Roberto Speciale, sostituito dal Governo con Cosimo D’Arrigo. Al Senato il dibattito sul caso Visco si terrà solo mercoledì prossimo ma il governo e lo stesso vice ministro dell’ Economia hanno già anticipato la linea. Riassumibile così: «Non colpevole». Lo dice alla Camera il ministro per i Rapporti con il Parlamento Vannino Chiti che definisce «ineccepibile» il comportamento di Visco che «non ha costretto nessuno a fare alcunché». Lo ribadisce il diretto interessato che a metà pomeriggio va a palazzo Chigi e consegna nelle mani di Romano Prodi, dopo averlo dato al suo diretto superiore Tommaso Padoa Schioppa, un memoriale di venti pagine accompagnato da una formale lettera in cui spiega che, nei rapporti con la Gdf, non è mai andato contro la legge. Quindi non ha fatto pressioni per trasferire gli ufficiali di Milano.

Sarà stata una «normale dialettica», come l’ ha classificata Prodi. O una «diversità di opinione enfatizzata», per dirla con Fassino. Ma quello tra Bertinotti e il presidente del consiglio è sicuramente un duro botta e risposta sulle «lentezze» del Parlamento. Una telefonata chiarificatrice tra il premier e il presidente della Camera ha riportato la pace, ma lo scontro verbale è stato puntiglioso e il tema sollevato da Prodi c’ è, tanto che nel pomeriggio è intervenuto perfino il capo dello Stato per chiedere a maggioranza e opposizione di intensificare l’ attività parlamentare e ai presidenti delle due Camere di stabilire norme chiare sulla emendabilità dei decreti legge. Tutto è nato da una frase di Prodi che, festeggiando il primo anno di governo, aveva sottolineato con rammarico che solo dieci disegni di legge su 104 sono stati approvati in Parlamento per colpa di una interpretazione «eccessivamente estensiva dei regolamenti parlamentari».

Lo scontro Family Day-Dico? Mi sembra talmente assurdo che non mi interessa. Si sa che il mondo e l’uomo sono sempre uguali, però ci sono cambiamenti legati al progresso che sono dei dati di fatto. Trovo che nessuno voglia contrastare l’esistenza della famiglia, ma ognuno ha il diritto di viverla come vuole». Controcorrente e ancora una volta lontana dai soliti cliché, Franca Valeri, lo è sempre stata. Sin da quando, negli anni Cinquanta, sbeffeggiava le ipocrisie della borghesia milanese con la sua “signorina snob”.

Sono quarantacinque i membri del comitato promotore del Partito Democratico. Tre in più di quanto previsto fino alla serata di ieri. La lista sofferta dei nomi ufficiali è stata ufficializzata alla fine della prima riunione del Comitato che dovrà studiare tempi e modi per l’elezione dell’Assemblea costituente del partito democratico il prossimo 14 ottobre. La riunione è stata questa mattina alle nove, a Roma, nella sede dell’Ulivo in piazza Santi Apostoli. Il premier Romano Prodi, invece, si è mostrato entusiasta e ha puntualizzato che il nuovo partito nasce senza alcun “blocco” dei Ds, Margherita o misti. A chi faceva notare la lievitazione del numero dei membri del comitato promotore, Prodi ha risposto che la cosa principale era inserire “alcune personalità importanti”. Piero Fassino, al termine della prima riunione del comitato che d’ora in poi sarà la cabina di regia del percorso costituente, ha detto che “l’organismo è equilibrato e rappresentativo con un mix di dirigenti politici nazionali, di esponenti delle istituzioni locali, di società e di partiti. Con una quota significativa di donne, oltre un terzo, e con rappresentatività delle diverse sensibilità politiche che concorrono alla formazione del Pd”.  “Abbiamo finalmente una creatura che nascerà il 14 ottobre con una enorme partecipazione popolare” ha detto il presidente della Margherita e vicepresidente del consiglio, Francesco Rutelli.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.