Economia

Senato approva il Decreto Milleproroghe.

Camera, si al Milleproroghe 2012

Senato approva il Decreto Milleproroghe.

Il Senato approva (con 147 sì e 126 no) il Decreto Milleproroghe.

LA prima vittoria ormai è acquisita: se anche la Camera darà il via all’ ultima versione del decreto milleproroghe, a partire dal primo aprile prossimo i cittadini liguri non dovranno più pagare il ticket aggiuntivo di 10 euro sulle prestazioni diagnostiche o specialistiche. Adesso si apre invece la battaglia per trovare i fondi necessari a coprire i 20 milioni di euro che verranno a mancare dalle casse del bilancio regionale. «Abbiamo diversi mesi per lavorarci – dice il presidente della Regione Claudio Burlando – e confidiamo nel fatto che le risorse arrivino dal governo, il 4 aprile avremo qui a Genova il ministro dell’ Economia Tommaso Padoa Schioppa e sarà proprio in quei giorni che si potranno tirare i primi conti sull’ andamento della finanza pubblica». L’ imposizione del ticket aggiuntivo di 10 euro aveva scatenato subito le protese dei cittadini liguri e delle stesse istituzioni, tanto che era stata proprio la Regione Liguria a far partire una lettera al presidente del consiglio Romano Prodi e al ministro Padoa Schioppa per chiedere loro di cancellare questa imposizione. «Si tratta di una misura che non era stata concordata con le Regioni – sottolinea l’ assessore alla sanità Claudio Montaldo – e aveva determinato un appesantimento delle condizioni economiche per un numero rilevante di persone, considerato anche il fatto che andava ad aggiungersi al ticket per le prestazioni. Il ticket sui codici bianchi al pronto soccorso – aggiunge Montaldo – tutto sommato ha un senso, perché serve per disincentivare il ricorso improprio a questa struttura, invece che al medico di famiglia, cosa che non vale per il ticket sulle prestazioni diagnostiche». L’ emendamento inserito nel decreto milleproroghe toglie l’ obbligatorietà di questo ticket, ma per il momento prescrive anche che le Regioni debbano prevedere misure alternative o arrivare ad un accordo coi ministeri dell’ economia e della sanità per la copertura delle cifre che vengono a mancare con la cancellazione dell’ imposizione. «Intanto abbiamo ottenuto un risultato positivo per i cittadini – dice ancora Burlando – che avranno così un pesce d’ aprile buono, perché il ticket verrà cancellato a partire dal primo di aprile. Poi di qui ad allora confidiamo che ci siano gli spazi per muoversi e trovare soluzioni che non vadano a gravare sulla Regione e di conseguenza sulle tasche dei cittadini, dopo aver faticato tanto per essere riusciti ad ottenere un equilibrio di bilancio della sanità».

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.