Parlamento

Hammamet dedica una via a Craxi

Hammamet dedica una via a Craxi

Bettino Craxi

L’Ambasciatore di Tunisia in Italia, S.E. Habib Mansour, ha oggi comunicato alla famiglia Craxi che il Presidente della Repubblica di Tunisia, Zine El Abidine Ben Alì, ha disposto l’intitolazione di una via in ricordo del presidente del Consiglio dei ministri italiano, Bettino Craxi, nella città di Hammamet.

Lo riferisce una nota diffusa dal sottosegretario agli Esteri Bobo Craxi, figlio dello scomparso leader del Psi.La cerimonia ufficiale – si legge ancora nella nota – avverrà in Tunisia in occasione del settimo anniversario della scomparsa dello statista italiano,il prossimo 19 gennaio 2007.La famiglia Craxi “ringrazia sentitamente il Presidente Ben Alì, amico sincero dell’Italia e profondo conoscitore della nostra Storia passata e recente, per il chiaro omaggio dall’alto e forte significato storico – politico”.

LE REAZIONI
Craxi e’ stato un amico della Tunisia e ad Hammamet gli dedicano una strada. Da noi in Italia, però, Bettino Craxi e’ stato condannato da una sentenza definitivapace all’anima sua”. Cosi’ il ministro Antonio Di Pietro, ex Pm simbolo di ”Mani Pulite”. ”I fatti ci dicono – prosegue Di Pietro – che durante il suo mandato aveva compiuto dei reati che poi sono stati verificati in sede processuale tanto da averlo convinto a vivere da latitante in Tunisia. Questa e’ la verita’ ”.

A Craxi basta la strada che gli hanno dedicato in Tunisia…”. Cosi’, laconicamente, Roberto Calderoli (Lega Nord)

‘Credo che Roma o Milano dovrebbero dedicare una strada a Bettino Craxi. Ad ogni modo, al di la’ di questo gesto, la scelta del governo tunisino riapre una vicenda tutt’altro che risolta”. Lo afferma il vicecoordinatore di Forza Italia, Fabrizio Cicchitto.”Questa scelta – osserva Cicchitto – e’ il segno dell’ipocrisia italiana e del fatto che su Craxi non s’e’ avviata una riflessione reale sulla sua vicenda umana, pensiamo a come e’ stato costretto a morire lontano dall’Italia. La decisione di Ben Ali’ riapre una vicenda che resta tutt’altro che risolta”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.