Economia

Camera approva la Legge Finanziaria 2007

Camera approva legge Finanziaria 2010

Camera approva la Legge Finanziaria 2007

La Camera accorda (con 331 sì e 231 no) la fiducia al governo su un maxi-emendamento alla Legge Finanziaria 2007. La Camera approva (con 311 sì, 251 no e 1 astenuto) la Legge Finanziaria 2007. Lo stesso giorno la Camera approva (con 317 sì e 244 no) la Legge di Bilancio.

Cento voti di differenza. Erano passati di sette minuti le otto di sera quando la Camera ha dato la fiducia al governo sul maxi-emendamento alla Finanziaria. I «Sì» sono stati 331. I «No» 231. A votare sono sfilati 562 deputati. Per un’ ora e tre quarti. La maggioranza scattava a quota 282. Stamani Montecitorio approva la legge finanziaria nel suo complesso. Dal centrodestra sono partiti fischi quando sono stati chiamati al voto Prodi, D’ Alema, Rutelli. Ma il rito è scivolato senza veri problemi. Romano Prodi lo celebrava già ieri mattina, in un luogo in cui si celebrava tutto: rimpianto, speranza, piccolezze attuali e grandezze passate. Il congresso della Democrazia Cristiana di Giuseppe Pizza, uno dei pulviscoli che si richiamano all’ ex colosso Dc, quello che ha vinto in tribunale il diritto a nome, stemma, patrimonio della fu Balena Bianca. Qui il presidente del Consiglio ha innalzato il suo inno alla Finanziaria. «E’ un atto di coraggio, un investimento di lungo periodo. Nessuno pretende sia applaudita subito. Sarà applaudita quando inizierà dare i suoi frutti. L’ anno prossimo». Concetto simile a quello espresso, dopo il voto, dal ministro dell’ Economia. «E’ stato fatto un passo importante.- ha commentato Tommaso Padoa-Schioppa – Anche se non sarà l’ ultimo. Si volta pagina ma resta molto da fare. Gli italiani possono sapere che se la finanziaria compirà il cammino in Parlamento avranno conti pubblici a posto, non ci sarà l’ incubo di una crisi finanziaria e sarà aperta la strada per una crescita duratura». Rassicurazioni e rilanci si inseguono, puntando ad un effetto moltiplicante verso l’ opinione pubblica diffidente e una maggioranza attraversata da molte spinte. «Noi nel ‘ 96 preparammo il terreno per l’ ingresso nell’ euro ed ora, nel 2006, mettiamo l’ Italia in condizioni di riprendere la via dello sviluppo. Il compito è ancora più grande» dice Prodi. «L’ Italia non merita di essere una riserva. Deve giocare nel massimo campionato». Ed ecco la Finanziaria che serve «a riscattare il Paese». Ottenendo contestazioni bipartisan, quindi – per il premier – «meravigliose», che si bloccano a vicenda. «Da destra e da sinistra sono giunte meravigliose critiche bilanciate. Perché da una parte la Finanziaria è stata considerata troppo ampia. dall’ altra insufficiente». «Prima – commenta Prodi – ci dicevano che eravamo schiavi dell’ estrema sinistra per aver punito i ricchi. Ora invece siamo attaccati perchè risaniamo i conti. C’ è una contraddizione continua». Torna un avvertimento: «Non si può pensare che un aggiustamento di questo tipo sia indolore. Se si vuole guarire da una malattia – dice Prodi – non ci sono cure indolori». La difesa, come da giorni nella strategia prodiana, si fa attacco. «Non possiamo continuare essere al 25.mo posto. Ma dobbiamo risalire almeno a metà del gruppo. Non dico al primo posto, però almeno a metà». «Abbiamo voluto fare questa finanziaria – insiste il premier – per iniziare una grande svolta del Paese. Attenti al risanamento ma anche alla capacità di dare una iniezione al settore produttivo. Le nuove generazioni hanno bisogno di un cambiamento totale e l’ Italia può ricominciare a vincere, entrando nel gruppo dei paesi che trascinano l’ evoluzione del mondo. E non tra quelli che inseguono». E il Prodi che rilancia la sua capacità di governare mette sotto tiro ancora una volta, guardando anche a chi nella maggioranza frena sulla riforma, «l’ attuale legge elettorale». «Complicata e fatta apposta per non far governare».

2 risposte »

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.