Centro

Follini lascia l’Udc: nasce Italia di Mezzo

Follini lascia l'Udc: nasce Italia di Mezzo

Italia di mezzo

«Mi chiamo fuori dall’Udc». Lo annuncia l’ex segretario centrista Marco Follini, formalizzando così la sua uscita dal partito per fondare il Movimento dell’Italia di Mezzo, che sarà ufficializzato sabato in una manifestazione a Napoli.

In una conferenza stampa seguita alla lettera con cui ha annunciato al segretario dell’Udc, Lorenzo Cesa, la sua uscita dal gruppo parlamentare, Follini rivolge un consiglio «amichevole» ai suoi ex compagni di partito: «Decidete cosa fare da grandi perchè in questi mesi di legislatura avete abbaiato molto ma morsicato molto meno. Se ci sarà da mordere io sarò pronto, se ci sarà da abbaiare mi tiro indietro».
Follini, che già nelle settimane scorse aveva detto di non voler restare nell’Udc se l’Udc non si fosse smarcato dalla Casa delle libertà, ha poi fatto notare che il partito si è tenuto «ben dentro i confini della Cdl» mentre per l’ex segretario centrista «puntare a ricostruire il centrodestra è cosa diversa dallo scommettere sulla ristrutturazione del centrodestra: sono due politiche differenti». Follini si iscriverà ora al gruppo misto del Senato e si dedicherà alla costruzione dell’Italia di Mezzo: «È doveroso scommettere tutto» sul nuovo soggetto, ha spiegato Follini, e «con questo spirito mi chiamo fuori dall’Udc». «Il movimento – ha detto ancora Follini – intende dare voce ad una parte grande dell’Italia e della politica italiana che non ha rappresentanza, l’Italia centrista, moderata che soffre uno schiacciamento della tenaglia di questo bipolarismo e che sta nel mezzo tra Berlusconi e Prodi. Il problema che ci poniamo è quello di cambiare questa mappa politica, non rimanendovi dentro. Credo che chi si vuole dedicare al tentativo di ricostruire un centro più forte deve scommettere sulla rottura di questo schema. Questo sistema bipolare così com’è ha portato il centro ad essere marginalizzato».
Al movimento dell’ex segretario aderisce anche il deputato bresciano dell’Udc, Riccardo Conti, oltre a «una cinquantina» di consiglieri regionali e provinciali. Un primo commento alla fuoriuscita di Follini dall’Udc arriva dal presidente del partito, Rocco Buttiglione: «Mi dispiace, sbaglia. Quello che vogliamo fare da grandi è costruire un centrodestra vincente e capace di governare il paese. Non è vero che abbaiamo e non mordiamo, certo non facciamo gli interessi di Prodi, non aiutiamo la sinistra a vincere le elezioni. Questo sì».

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...