Sport

Germania: stampa `Italia, vi facciamo la pizza`

Germania: stampa `Italia, vi facciamo la pizza`

Germania: stampa `Italia, vi facciamo la pizza`

Per arroventare il clima nel giorno di Germania-Italia i quotidiani tedeschi ci augurano `di ricevere una pizza`. La Bild, infatti, titola `Oggi i nostri ragazzi vi spazzano via con una Pizza Arrivederci`. Un modo in teoria scherzoso per caricare i tedeschi e per tentare di intimidire gli Azzurri, avversari alle 21 nella prima semifinale iridata. Il quotidiano, poi, prosegue criticando il solito catenaccio degli azzurri: `faranno il loro gioco da formaggio, vale a dire si posizioneranno prevalentemente in difesa`. Il paragone si traduce con il desiderio dei tedeschi di morderci alla prima occasione.

Se l`ultimo precedente e` di quattro gol subiti nell`amichevole di Firenze, Bild scherza sulla pizza Quattro Stagioni e conia la pizza `Quattro Gegentori`, cioe` `Quattro GolContro`, quella subita il primo marzo. Per tutta risposta promette che i giocatori tedeschi ci cucineranno la `Pizza Arrivederci`. Questo a patto che l`arbitro proveniente dal Messico `non abbia il pomodoro sugli occhi`. E per digerire, naturalmente,la `Grappa Finale`.

Una ricetta che invece e` al veleno secondo la `Frankfurter Allgemeine Zeitung`, che in un fondo a proposito della suqalifica di Torsten Frings, maturata dalle prove televisive fornite dalle emittenti italiane, attacca la Federazione internazionale che `si e` coperta di ridicolo fino al midollo` non tanto per la sanzione ma per il `penoso decorso degli eventi`, non avendo analizzato l`episodio del pugno del tedesco a Julio Cruz nel contesto dell`evento, ma solo `su un principio di casualita“.


Sabato mattina un tifoso italiano ha gravemente ferito un tedesco a Stoccarda, nel corso di una rissa. Non solo hooligans. A pochi giorni dal match di semifinale fra Italia e Germania (martedi` 4 luglio, ore 21, Dortmund), si scalda il clima tra le due tifoserie. La polizia tedesca ha infatti affermato che, nella mattinata di sabato 1 luglio, un tifoso azzurro ha gravemente ferito un 29enne tedesco. Quest’ultimo e` stato trasportato all’ospedale, laddove gli sono state riscontrate la frattura di un braccio e una commozione celebrale. Dei testimoni riportano che il tedesco avrebbe provocato verbalmente un gruppo di tifosi italiani, in festa per la vittoria contro l’Ucraina. Mentre il gruppo si stava allontanando, il tedesco avrebbe aggredito da dietro uno degli italiani, provocandone la reazione.


Da parassiti’a ‘Campioni del Mondo di dimenticanza’: la stampa tedesca attacca gli azzurri che rimuovono gli scandali. E’ sempre Der Spiegel che va all’attacco della Nazionale ma anche di tutto il popolo italiano. Se il giornale nei giorni scorsi aveva dovurto scusarsi per gli insulti rivolti a tutto il genere maschile del Belpaese, ora va all’attacco di tutti i malcostumi e degli scandali, che la squadra di Marcello Lippi addirittura userebbe ‘persino come motivazione’.

L’Italia sara’ avversaria della Germania nella semifinale in programma a Dortmund martedi’ sera, quella del club tre, i ‘tricampioni’ del Mondo. Un ‘torto’, evidentemente, per i tedeschi, che attraverso i giornali non perdono occasione di criticare. Dopo aver lanciato un tentativo di paragone lusinghiero tra Toni (‘Ventinove anni e molto alto’) e l’eroe di Spagna 1982 Paolo Rossi (‘Quarantanove anni e ancora molto basso’). Parte poi il solito elogio alla difesa, da Gigi Buffon a Fabio Cannavaro, Alessandro Nesta, Marco Materazzi e alla ‘riserva delle riserve’ Fabio Barzagli. Un Mondiale, a loro parere, costruito dietro, Toni a parte. Le critiche al gioco (‘Incospicuo’ Andrea Pirlo) proseguono, mirate o meno, per confortare l’11 tedesco e i suoi tifosi.

Ma a meta’ articolo parte l’attacco: ‘C’era da temere, prima del Mondiale, che tutti i punti di forza della Squadra (In italiano nel testo, ndr) fossero ridotti ‘ad absurdum’ dallo scandalo delle manipolazioni in Patria. I piu’ importanti giocatori giocano in squadre di Serie A, che e’ al centro dell’attenzione delle procure, e nel caso della Juventus campione d’italia c’e’ persino il pericolo della retrocessione addirittura in terza serie. I suoi giocatori Buffon, Cannavaro, Zambrotta, Del Piero e Mauro Camoranesi non conoscono ancora il proprio futuro. Ma il nervosismo finora nel torneo sembra che non sia affatto stato accusato’. Questa tranquillita’ del gruppo preoccupa Der Spiegel, che ne approfitta per bacchettare il mediamente disonesto italiano: ‘Sembra che lo scandalo abbia avuto esattamente l’effetto contrario ed abbia ulteriormente motivato la squadra. Infatti non solo i professionisti della Juventus sono coinvolti, ma quasi tutti: il Milan (Pirlo, Gilardino, Nesta, Gennaro Gattuso e Filippo Inzaghi) e la Fiorentina (Toni) hanno problemi che potrebbero essere espressi sotto forma di penalizzazioni. Ma la somma arte aiuta la rimozione, e la solidariera’ cosi’ e’ rafforzata’.

E qui il paragone tra Toni e Rossi torna in auge con il quotidiano che ricorda i due anni di squalifica di ‘Pablito’ per le scommesse. E con quel titolo di capocannoniere conquistato proprio al rientro. E la finale proprio con la Germania.

Categorie:Sport

Con tag:

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.