Politica locale

Anche ai ballottaggi affermazione del centrosinistra

Ha vinto l'Unione

Anche ai ballottaggi affermazione del centrosinistra

Quattro sindaci a uno: l’ Unione conferma nei ballottaggi la vittoria al primo turno delle amministrative. Il centrosinistra infatti strappa al centrodestra i comuni di Rovigo, Caserta e Catanzaro e si conferma a Salerno. Unico “autogol”, tra i capoluoghi di provincia, quello di Belluno, il cui sindaco passa dall’Unione al centrodestra. A questi risultati bisogna aggiungere anche quelli di Cagliari, Carbonia e Ragusa, dove ieri si è votato per il primo turno. Nel capoluogo sardo la Cdl conferma il sindaco Emilio Floris, nell’altra città sarda vince invece con un semi-plebiscito il diessino Salvatore Cherchi. A Ragusa si profila invece un ballottaggio fra Nello Di Pasquale della Cdl e Franco Poidomani dell’Unione. Il conteggio finale della sfida primaverile – in cui va inclusa anche Novara, dove una settimana fa la Lega ha confermato il proprio sindaco al primo turno – vede così sventolare la bandiera del centrosinistra in 19 Comuni contro i 7 del centrodestra. Nel 2001 il risultato era stato di perfetta parità: 13 a 13. Vento favorevole al centrosinistra anche nei Comuni con più di 15 mila abitanti ma non capoluoghi dove si votava per il ballottaggio: l’ Unione ne ha conquistati 53 contro i 45 del centrodestra. Cinque anni fa il rapporto era rovesciato a favore della Cdl: 54 sindaci contro 41. Due sindaci sono andati a liste civiche e uno ad un raggruppamento che si definisce di centro. Nel 2001 i sindaci sostenuti da liste civiche erano 4, quelli che si definivano di centro sempre uno. Infine aveva conquistato un Comune anche un primo cittadino appoggiato dal centrosinistra e da una lista civica. La sfida più incerta è stata quella di Rovigo: il candidato dell’ Unione, Fausto Merchiori, ha battuto solo per 15 voti il candidato della Cdl Paolo Avezzù. E ovviamente sono partiti i ricorsi per il conteggio dei voti. A Caserta invece il nuovo primo cittadino è Nicodemo Petteruti, vittorioso su Paolino Maddaloni che al primo turno aveva raccolto il 45,2. A Catanzaro, invece, il nuovo sindaco è Rosario Olivo, uscito vincente dallo scontro con Giuseppe Franco Cimino, sostenuto da due liste civiche e da Italia dei Valori e Udeur. Lotta in famiglia anche a Salerno dove l’ ex sindaco diessino Vincenzo De Luca, alla testa di alcune liste civiche, ha avuto la meglio su una lista “classica” dell’ Unione. La Cdl si consola con la vittoria a Belluno, strappata agli avversari: Celeste Bortoluzzi ha sconfitto il sindaco uscente Ermano Del Col. Inoltre sono da registrare le vittorie in alcuni Comuni minori del Piemonte e della Puglia, oltre a quella di Cento, prima amministrato da una lista civica. Infine il dato sull’ affluenza: nei ballottaggi c’ è stato un netto calo rispetto al primo turno, quando si era recato alle urne il 76,6 per cento degli elettori. Sabato e domenica invece sono andati a votare solo il 64,8 per cento degli elettori.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.