Parlamento

Bertinotti presidente della Camera, Marini presidente del senato

Bertinotti presidente della Camera, Marini presidente del senato

Franco Marini e Fausto Bertinotti

Alla fine della terza votazione, cominciata alle 9,30 di sabato mattina, Fausto Bertinotti è stato eletto Presidente della Camera dei deputati. Ha ricevuto 337 voti, mentre 100 sono stati attribuiti a Massimo D’Alema e 144 sono state le schede bianche. La votazione di sabato era la prima a maggioranza semplice, e quella dove si sarebbe giocata più facilmente l’elezione: è perciò andato tutto come previsto, “Vorrei prevalessero confronto

Camera: elezione di Fausto Bertinotti

Camera: elezione di Fausto Bertinotti

e dialogo”: queste sono state le prime parole del neopresidente, che nel suo discorso di insediamento ha richiamato il 25 aprile e citato Piero Calamandrei e Don Milani, elogiando anche il suo predecessore, Pierferdinando Casini, che ha salutato calorosamente.

Senato: elezione di Franco Marini

Senato: elezione di Franco Marini

Dopo i tentativi di ieri – 13 ore e tre chiamate al voto (di cui una annullata e ripetuta) – un lungo dibattito nella mattinata e finalmente una nuova votazione, il Senato ha eletto il suo presidente: è il candidato dell’Unione Franco Marini, che ha ricevuto 165 voti. Andreotti, candidato alternativo, ne ha ricevuti 156.  Ieri è stata una giornata di alta tensione fino a notte fonda in Senato per l’elezione del presidente dell’assemblea di Palazzo Madama. Alla fine, dopo 13 ore e tre chiamate al voto (di cui una annullata e quindi ripetuta), il candidato dell’Unione Franco Marini ha ottenuto 160 preferenze, due in meno del quorum necessario per la vittoria nei primi due scrutini. Ma il risultato definitivo è stato annunciato solo dopo un accurato controllo delle schede e soprattutto l’annullamento di due schede: una con il nome «Francesco» al posto di Franco, l’altra con il solo cognome «Marini». Già il secondo scrutinio era stato annullato per tre schede che riportavano il nome Francesco anziché Franco. La terza votazione era cominciata in un clima di polemiche e contestazioni da parte della Cdl nei confronti di Oscar Luigi Scalfaro che ha presieduto l’assemblea dopo la rinuncia di Rita Levi Montalcini.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...