Parlamento

Berlusconi “fugge” da D’Alema

Massimo D’Alema

Prima la smentita di Palazzo Chigi, poi a sorpresa la conferma del premier.D’Alema: “Sono stato cassato”. Salta confronto tv con Berlusconi
Il presidente Ds: “Avevo capito che avesse un altro impegno ora apprendo che lui va, io invece sono stato cancellato”

“Io ero stato invitato. Ma è Berlusconi che non mi vuole”. Con poche parole il presidente dei Ds, Massimo D’Alema, risolve il giallo dell’annunciato faccia a faccia con il presidente del Consiglio, che avrebbe dovuto aver luogo domani, nel corso di Alice, la trasmissione condotta da Anna La Rosa che dopo circa due mesi di sospensione riparte giovedì in prima serata su RaiDue. Il confronto fra il premier e il leader della Quercia era stato annunciato ieri ma, appresa la notizia, Palazzo Chigi aveva fatto sapere di non essere affatto al corrente dell’appuntamento. Incontro saltato? Niente affatto: Berlusconi ha confermato la sua presenza. D’Alema, è stato “cassato”. Per il presidente del Consiglio un altro confronto, già questa sera: con Fausto Bertinotti, a Porta a porta.

Così il presidente dei Diesse ricostruisce l’episodio: “Sono stato invitato a partecipare, e dopo aver sentito il parere di Fassino e Prodi, che mi avevano detto di andare, ho comunicato a Anna La Rosa che avrei partecipato alla trasmissione. Poi, un comunicato di Palazzo Chigi annunciava che il faccia non ci sarebbe stato. Avevo capito che Berlusconi aveva un altro impegno, invece ora apprendo che lui va, sono io che sono stato cassato dal programma”.  E comunque, aggiunge D’Alema, “non è un’iniziativa che ho promosso io, se salta non è un dramma. Passerò la serata bene lo stesso…”, anche se “quello che è accaduto mi pare singolare sia sul piano delle regole, sia sul piano del funzionamento del servizio pubblico e persino sul piano della cortesia”.

L’ultimo confronto televisivo fra Berlusconi e D’Alema risale al 5 aprile del 2005, a Ballarò, con l’intervento a sorpresa del premier nello studio del programma di RaiTre, presente anche il leader della Margherita Francesco Rutelli. Per un faccia a faccia diretto tra i due, bisogna invece risalire al 21 aprile del 1995, quando entrambi furono ospiti del Tg5 diretto all’epoca da Enrico Mentana in occasione delle elezioni regionali.

Secondo il presidente della Rai, Claudio Petruccioli, La Rosa ha “completamente ignorato” i riferimenti alla legge sulla par condicio: “Secondo la versione che lei stessa ha fornito alla stampa – osserva Petruccioli – avendo previsto un confronto fra Berlusconi e D’Alema, ha registrato una disponibilità del secondo ma una indisponibilità del primo; il quale le ha fatto giustamente osservare che due faccia a faccia nel giro di 24 ore sarebbero eccessivi”.

”A questo punto – fa notare il presidente della Rai – logica lasciava prevedere che il confronto sarebbe stato spostato. La Rosa ha dichiarato invece che non lo farà la prossima settimana e ha confermato, per domani, la presenza del protagonista non disponibile per il confronto, e la cancellazione dell’altro, che invece si era dichiarato disponibile. Non solo una offesa alla parità di trattamento, ma anche una imbarazzante manifestazione di incoerenza e di scarsa autonomia. Insomma, per Alice un pessimo inizio”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...