Politica locale

Basilicata, l’ Unione fa il record conquistate anche due Province

Basilicata, l' Unione fa il record conquistate anche due Province

Elezioni amministrative

«Con la Basilicata è un cappotto», esulta Alfonso Pecoraro Scanio: 12 Regioni al centrosinistra, 2 al centrodestra. C’è di più, aggiunge il coordinatore diessino Vannino Chiti: «Due province a zero, 8 capoluoghi a 1». L’Unione infatti conquista o riconquista Lodi, Vibo Valentia, Chieti, Andria, Venezia, Macerata, Mantova e Pavia. In questi due ultimi casi sulla poltrona di sindaco si siederanno due donne: Fiorenza Brioni e Piera Capitelli. Il centrodestra si conferma soltanto a Taranto.

Inoltre il centrosinistra guarda con orgoglio al neo governatore lucano Vito De Filippo che, seconda l’ ultima proiezione dovrebbe arrivare al 69 per cento. Numeri migliori di quelli ottenuti nelle Regioni rosse “storiche”. Infine la ciliegina sulla torta: le due Province in ballo, Caserta e Viterbo, non appartengono più al centrodestra; è caduta anche Viterbo, considerata una “roccaforte” della Cdl. è passata di mano anche la poltrona di Chieti, un’ altra città considerata un feudo del centrodestra. Francesco Ricci, candidato dell’ Unione, ha travolto Enrico Rispoli del centrodestra con uno schiacciante 64,3 per cento contro il 35,7. L’ Unione vince a scapito della Cdl anche in grossi centri come Lamezia Terme, Acri e San Giovanni Rotondo. I dirigenti del centrosinistra esultano. «E’ un risultato finale a favore dell’ Unione, il 12-2 alle regionali non ammette repliche», dice Romano Prodi. «Con le loro scelte – osserva il Professore – gli italiani hanno premiato l’ unità del centrosinistra, il buon governo delle amministrazioni e la qualità delle donne e degli uomini che abbiamo proposto come candidato». Il leader dell’ Unione guarda con grande soddisfazione al risultato lucano: «La Basilicata è una Regione piccolina, ma molto ben amministrata, in cui i fondi europei sono ben impiegati e in cui i partiti collaborano in perfetta concordia. E’ una Regione significativa. Più dell’Emilia Romagna». «Si registra un enorme successo del centrosinistra con risultati formidabili», aggiunge Francesco Rutelli. A Chieti, sottolinea il leader della Margherita, «è stato un successo clamoroso: abbiamo ottenuto più del 64 per cento dei consensi, un dato che si lascia dietro le spalle una giunta di estrema destra». Piero Fassino dice che si è di fronte ad «un’ altra debacle del centrodestra e un’ulteriore conferma del netto spostamento elettorale registrato il 3 e 4 aprile». Secondo il segretario dei ds, «ancor di più risulta evidente la distanza tra la domanda di cambiamento del paese e le convulsioni di una maggioranza di governo che non sa, nè vuole guardare negli occhi la sconfitta».

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.